ColorOS 7 presentata in India: ecco tutte le novità nel dettaglio

Una settimana fa il nostro amato brand Oppo ha presentato in Cina l’ultima release del sistema operativo ColorOS 7. Oggi, la stessa UI è stata presentata in lingua inglese in India ma sono state comunicate delle novità riguardo le sue capacità e features. Il manager Volk ha presenziato per primo durante la conferenza e ha annunciato tutte le novità del sistema operativo nel dettaglio. Ci teniamo a sottolineare che non tutte le features presentate saranno disponibili da subito: lui stesso ha ammesso che alcune funzionalità stanno ancora ricevendo le ultime “lucidature”. Per permettere a tutti gli utenti di avere un’esperienza fluida e completa, il brand ha ancora bisogno di un po’ di tempo. In ogni caso vi mostriamo quali sono tutte le features che vedremo su ColorOS 7 a breve.

ColorOS 7 presentata in India: ecco tutte le novità nel dettaglio

Il manager di Oppo ha tenuto a sottolineare l‘impegno dei ricercatori nello sviluppo di questa settima release e noi non possiamo che essere orgogliosi e grati per questo. Tale sviluppo si è mosso, inannzitutto, a partire dai commenti dei partner e degli utenti che hanno avuto accesso alla early beta del sistema operativo. Partendo da lì il brand si è concentrato su quello che hanno chiamato “lightweight design“.

Design

coloros 7 design

Ciò su cui si è concentrato il brand è tutto basato sull’esperienza utente: Oppo ha voluto creare un’esperienza ultralight e veloce. Per fare questo si è dovuta concentrare principlamente sul design delle icone che si avvicinano molto a quelle di Google. Proprio riguardo ad esse, sarà possibile modificarne la grandezza e la forma, essendo create su un tre piani. Questi tre piani permetteranno appunto di agire sulla loro grandezza per personalizzarle come più vogliamo.

Non solo le icone hanno ricevuto un upgrade ma anche i wallpaper, visto che con ColorOS cambieranno col tempo. Avete capito bene: sarà possibile scegliere dei wallpaper “animati” che cambieranno insieme al tempo. Quindi se avremo scelto un bel paesaggio, questo muterà dalla mattina alla sera a seconda dell’orario, andando da uno sfondo con cielo luminoso a uno con cielo stellato.

Anche i suoni sono stati migliorati nella stessa ottica. Quello che gli sviluppaori hanno voluto raggiungere con ColorOS 7 è un adattamento alla vita dell’utente e un’esperienza sensoriale. Troppe volte dobbiamo scegliere suoni delle notifiche o della sveglia che non ci piacciono, ma con ColorOS 7 sarà possibile adattare l’allarme o i suoi delle notifiche al tempo. Questo vuol dire che, tramite l’apposita opzione, il suono della sveglia di mattina presto non sarà uguale a quello del pisolino pomeridiano: nel primo caso ci sveglierà molto più “soavemente” mentre nel secondo caso, visto che si tratta di un riposino veloce, saremo svegliati in maniera più “decisa”. Una feature assolutamente nuova e rivoluzionaria è Oppo Relax.

Grazie a Oppo x epicsound, sarà possibile utilizzare questa interessantissima feature che permette di avere per un determinato periodo di tempo, dei suoni rilassanti. Una cosa simile è possibile grazie ad un’app di terze parti chiamata Atmosphere. Se abbiamo a disposizione del tempo libero e vogliamo rilassarci con il silezioso suono della foresta (perdonate la figura retorica),  ci sarà possibile farlo selezionando la giusta modalità. Questa feature però non sarà disponibile da subito in quanto ancora in sviluppo, ma dal prossimo anno.

User experience

Come abbiamo già accennato nello scorso articolo, l’esperienza utente è nettamente migliore rispetto alla ColorOS 6. L’infratruttura generale del sistema è stata cambiata ma senza apportare modifiche troppo radicali che possono intaccare l’utilizzo. In particolar modo è stato semplificato il modo di passare da una scheda all’altra grazie a “Modal Pages“.

coloros modal pages

Grazie a questa feature ci sarà possibile avere una sorta di multitasking ma non in background, bensì aperto sulla home page. Se necessario potremo quindi lavorare sullo stesso piano di lavoro

ma avendo più schede sovrapposte aperte, come una sorta di doppio spazio. Questa caratteristica è molto utile se dobbiamo svolgere un lavoro che richiede di scrivere e messaggiare nello stesso momento: invece di aprire il multitasking per fare switch tra un’app e l’altra, in questo modo sarà necessario semplicemente fare tap sulla scheda aperta sotto quella che stiamo utilizzando.

La modalità schreenshot a tre dita è stata modificata e potenziata. Mentre prima era solo possibile catturare una foto sul display, adesso sono state aggiunte quelle che possiamo chiamare “fast tasks“. In particolare sarà possibile da subito lavorare sulla foto (nel caso del photo editing o sel long screenshot) ma soprattutto sarà possibile selezionare una parte scelta del display facendo tap lungo con tre dita. Cosa vuol dire? Che se vogliamo selezionare e catturare solo una porzione di una determinata schermata, potremmo subito selezionarlo facendo un tap prolungato e scrollando fino al punto desiderato.

coloros 7 longpress screenshot

All-day comfort Dark Mode

Oppo ha inserito anche una nuova modalità che andrà a sostituire la semplice Dark Mode. Anch’essa è di sistema ma permetterà, come le altre feature, di adattare tutto al mondo naturale: vuol dire che anche questa come i suoni, sarà plasmabile in base all’orario e più scura quando necessario. Una novità a livello di sistema è che sarà applicabile anche alle app di terze parti, seppure queste ancora non supportino la dark mode. Tutto ciò ha portato un decremento nel consumo di batteria pari al 38% rispetto a prima.

all day comfort dark mode

Animazioni e temi

Anche le animazioni sono state riviste e migliorate. In particolare grazie alla Quantum Tecnology sarà possibile ampliarle anche al momento della ricarica. In generale queste saranno molto più fluide e “animate” rispetto al normale proprio grazie a questa tecnologia. Una sorpresa speciale per gli utenti: grazie a “Universal Theme” sarà possibile, oltre che personalizzare, anche fare l’upload dei propri temi e metterli a disposizione degli altri utenti. Una cosa che ci rincuora: il tutto sarà gratuito e non a pagamento come annunciato qualche giorno fa.

Software

Dal lato software avremo delle bellissime novità. Senza dilungarci troppo nei dettagli, sono quattro i punti su cui Oppo si è concentrata:

coloros 7

  • chache preload: il tempo di avvio delle applicazioni e lo switch tra loro sarà più veloce di un 25% rispetto a ColorOS 6, in quanto è stata migliorata la gestione della memoria RAM veloce. Il tutto si traduce in meno scatti e lag;
  • CPU scheduling mechanism: la rinnovata gestione della CPU grazie ad oSense garantisce una velocità di risposta al tocco maggiore del 19% rispetto a prima;
  • priority management: il sistema, grazie ad oMem, sarà in grad di imparare quali sono le applicazioni più usate e i servizi più utili e li renderà più fluidi all’utilizzo. Anche il tempo di avvio sarà migliorato;
  • anti-aging solution: possiamo dire addio alla obsolescenza programmata. Il team di sviluppo ha creato un software per la deframmentazione automatica del sistema, portando così ad un invecchiamento del sistema e dello smartphone decisamente più lento del normale.

Fotografia

Ultima ma non ultima feature è la fotografia. I nuovi algoritmi sviluppati dal team hanno portato ad un upgrade dell’intelligenza artificiale che è diventata 2.0. E’ stata infatti introdotta la ultra dark mode per gli scatti: ciò vuol dire che le fotografie scattate al buio sono migliorate e una prova è questo scatto.

ultra dark mode fotocamera

I nuovi algoritmi sono stati sviluppati insieme a Google e per questo è stato dato come nome alla nuova tecnologia Oppo Camera X, in partner con Big G. In ogni caso di seguito trovate il video integrale della presentazione.

 

2
Lascia una recensione

avatar
2 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
trackback

[…] E’ chiaro di come Xiaomi abbia a cuore l’esperienza utente, anche se talvolta non è molto chiaro il perché il team di sviluppatori di MIUI 11 non risolvano alcuni bug che assillano gli utenti. In ogni caso di giorno in giorno la quasi-perfetta skin personalizzata che accomuna Xiaomi, Redmi e POCOPHONE raggiunge la maturità, smussando gradualmente quelli che sono gli spigoli. Contiamo che fino all’uscita della MIUI 12, l’attuale build stabile raggiunga un grado di perfezione tale da far invidia a concorrenti come Oppo, che hanno dalla loro un’ottima ColorOS 7. […]

trackback

[…] è la possibilità della UI di scurire i pixel per simulare le ore notturne. In maniera simile alla ColorOS 7, la MIUI sarà in grado di scurire la luce del nostro wallpaper in modo da far sembrare che sia […]